Martedì, 14 Ottobre 2014 10:19

Master Class - Knife Defense

SOPRAVVIVERE AD UN ATTACCO DI COLTELLO

Sono le 21.30 di lunedì sera quando nel locale entrano due ragazzi e ordinano da bere due birre. Le prendono, le bevono, e ne ordinano altre due. Hamid chiede loro di pagare quelle già bevute, e appoggia sul bancone lo scontrino fiscale appena battuto alla cassa. Loro si oppongono, escono ed entrano dal locale, lo minacciano, fino a che uno dei due gli stringe il braccio intorno al collo, impugna un coltello che teneva nascosto nella tasca dei pantaloni, e glielo fa vedere. «Stai attento che ti accoltello», lo minaccia. È quando sentono la moglie di Hamid telefonare alla polizia per chiedere aiuto che i due scappano a gambe levate.

La decorsa notte presso il pronto soccorso dell'ospedale "G. Moscati" di Aversa (Caserta) si è presentato un ventunenne di Casal di Principe affetto da varie ferite da taglio. Il giovane è stato ricoverato con una diagnosi di ferite da taglio al fianco sinistro, al collo ed all'orecchio sinistro, nonché alla coscia destra, giudicate guaribili in 20 giorni. Il medesimo ha dichiarato di aver subito l'aggressione da parte di uno sconosciuto nelle vie del Centro di Casal di Principe.

Cronache metropolitane

In questo mese alla BUDOKAN di Milazzo si è svolta la Master Class – Knife Defense tenuta dll’Istr. Salvo Andaloro. La tematica verteva sulle strategie di sopravvivenza contro l’attacco di un’arma da taglio e sui molteplici aspetti ad essa legati (psicologia,sociologia,medicina,prevenzione…). I partecipanti sono rimasti ancora una volta soddisfatti dalla professionalità, dalla competenza, dalla realisticità e dall’efficacia del metodo CAT Program. Vi proponiamo perciò di leggere questo articolo per saperne di più su questo tema. BUONA LETTURA!

Se in questo articolo cerchi certezze, rassicurazioni, magici disarmi o tecniche funamboliche….clicca in alto a destra e chiudi pagina immediatamente. NON STIAMO SCHERZANDO, come non scherza chi ti estrae un coltello per piantarlo in qualche parte del tuo corpo. Noi trattiamo l’ Autoprotezione (nuda e cruda) con valutazioni desunte da anni di duro addestramento e sperimentazione da parte del nostro gruppo di ricerca formato da esperti di sicurezza, marzialisti e appartenenti alle Forza dell’Ordine. In questo articolo non troverai indicazioni sempre valide o verità assolute, ma cose che potrebbero funzionare (non possiamo permetterci di dire “ questo funziona sempre “). Il nostro punto di vista è: “QUESTO è QUANTO“, provalo, riprovalo e mettilo severamente in discussione. Bisogna che Tu capisca che quando sei davanti al pericolo, Tu non sei più una tecnica, sei solo Tu e Tu da solo, con le gambe che tremano e il cuore a cento all’ora, e dato che non ti hanno lobotomizzato, potresti provare delle sensazioni sgradevoli e altre cosuccie che in palestra non succedono MAI.

Molti artisti marziali spesso dimenticano che in questo campo, dove la vita è la posta in gioco, è necessario superare i preconcetti e i limiti imposti da vuote esercitazioni di estetica marziale, o peggio ancora prestarsi a palcoscenico per grandi esperti e primedonne del combattimento da strada, che si atteggiano in racconti e sfoggio di Diplomi inutili in un contesto del genere.

Si fa un gran parlare di lame curve, dritte, corte militari a scatto, ma tra persona normali ci si può fermare anche al classico coltello da cucina: Sai cosa può fare realmente questo banalissimo coltello destinato ad usi alimentari?...Esattamente quello che può fare un coltello da combattimento ultimo modello: tagliare, recidere tendini, vene, arterie, muscoli, parete addominale, carotide oppure perforare il busto o la schiena ledendo organi vitali. Ora, prima di iniziare, vorrei che rispondeste ad alcune domande:

Sei mai stato colpito da un oggetto tagliente, appuntito, o hai subito una ferita di punta o taglio?

Sai cos’è uno pneumotorace, una ferita asciutta, quanto sangue esce da una vena recisa?

Sai che un uomo senza il minimo addestramento, senza alcuna conoscenza specifica, può impugnare un coltello e colpire fino a 10 volte in 5 secondi?

Sai quanto ci impiega un aggressore a chiudere una distanza di 2, 4 o 6 metri?

Sai che resistenza è in grado di opporre una volta che hai (eventualmente) afferrato il suo braccio armato?

Conosci lo stato d’animo nel quale ti troveresti se di fronte a te qualcuno brandisse un coltello da cucina? Riusciresti a fare quello che fai in palestra con qualcuno fermamente intenzionato a tagliarti e a bucarti con un coltello?

Impressionati???? Se sì siamo sulla buona strada per affrontare serenamente l’argomento……. Un motto latino recita: “SI VIS PACEM PARABELLUM“ (se vuoi la pace preparati alla guerra)! Questa è la filosofia del CAT Program; se vuoi non dover combattere, meglio conoscere il combattimento o meglio, imparare di quanti inganni, frodi e provocazioni può servirsi un nemico per poterlo meglio contrastare o anticipare. Devi essere pronto a riconoscere i segnali, a fuggire, a utilizzare l’ambiente, a servirti di oggetti occasionali e infine ad utilizzare il tuo corpo e la tua mente per contrastare l’attacco.

Per prima cosa bisogna sapere in anticipo quali saranno le reazioni del tuo corpo durante un’aggressione armata: aumento del battito cardiaco, restrizione del campo visivo, parziale sordità, frammentazione del movimento avverso (tutto sembra avvenire al rallentatore), accaloramento o sudorazione fredda, salivazione bloccata, tremolio della voce e tremito alle gambe, alle mani ecc… questo per capire che con questa situazione in atto è ben difficile programmare una difesa folkloristica in quanto non c’è modo (e chi dice il contrario vi sta ingannando) di eliminare la paura nel momento del pericolo. Autoprotezione non è combattimento, CAT Program non è combattimento(né sparring), ma una mentalità predatoria intrinseca nella natura di ogni essere vivente, che guida un corpo che vuole fortemente sopravvivere nel vortice di un evento pericoloso per la nostra vita. Ecco in ordine di importanza le migliori tattiche che offre il nostro sistema durante un’aggressione con coltello o ermi da taglio: FUGGIRE – FRAPPORRE OSTACOLI- UTILIZZO DI OGGETTI OCCASIONALI-UTILIZZO DEL CORPO.

 


Queste ed altre tematiche vengono approfondite periodicamente all'ASD BUDOKAN.

VENITE A TROVARCI!

Pubblicato in News

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa estesa sull’utilizzo dei cookie

Uso dei cookie

Il sito "Cat Program" utilizza i Cookie per rendere i servizi semplici ed efficienti per l’utenza che visiona le pagine di navigazione.
Gli utenti che visionano i nostri siti, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’utente.
Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.
Analizzandoli in maniera particolareggiata i nostri cookie permettono di: memorizzare le preferenze inserite, evitare di reinserire le stesse informazioni più volte durante la visita quali ad esempio nome utente e password, analizzare l’utilizzo dei servizi e dei contenuti forniti dai Siti per ottimizzarne l’esperienza di navigazione e i servizi offerti.

Tipologie di Cookie utilizzati sul sito di Cat Program

Ecco i tipi di cookie utilizzati nel Sito Cat Program.

Cookie Tecnici
Questa tipologia di cookie permette il corretto funzionamento di alcune sezioni del Sito. Sono di due categorie, persistenti e di sessione, persistenti: una volta chiuso il browser non vengono distrutti ma rimangono fino ad una data di scadenza preimpostata;
di sessione: vengono distrutti ogni volta che il browser viene chiuso.
Questi cookie, inviati sempre dal dominio del sito di navigazione, sono necessari a visualizzare correttamente il sito e in relazione ai servizi tecnici offerti, verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l’utenza non modifichi le impostazioni nel proprio browser (inficiando così la visualizzazione delle pagine del sito).

Cookie analitici
I cookie in questa categoria vengono utilizzati per collezionare informazioni sull’uso del sito. Useremo queste informazioni in merito ad analisi statistiche anonime al fine di migliorare l’utilizzo del sito e per rendere i contenuti più interessanti e attinenti ai desideri dell’utenza. Questa tipologia di cookie raccoglie dati in forma anonima sull’attività dell’utenza e su come è arrivata sul sito. I cookie analitici sono inviati dal sito stesso o da domini di terze parti.

Cookie di analisi di servizi di terze parti
Questi cookie sono utilizzati al fine di raccogliere informazioni sull’uso del sito da parte degli utenti in forma anonima quali: pagine visitate, tempo di permanenza, origini del traffico di provenienza, provenienza geografica, età, genere e interessi ai fini di campagne di marketing. Questi cookie sono inviati da domini di terze parti esterni ai nostri siti.

Cookie per integrare prodotti e funzioni di software di terze parti
Questa tipologia di cookie integra funzionalità sviluppate da terzi all’interno delle pagine del sito come le icone e le preferenze espresse nei social network al fine di condivisione dei contenuti del sito o per l’uso di servizi software di terze parti (come i software per generare le mappe e ulteriori software che offrono servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del sito.

Cookie di profilazione
Sono cookie necessari a creare profili utenti al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente all’interno delle pagine del sito.

Secondo la normativa vigente, Cat Program non è tenuta a chiedere consenso per i cookie tecnici e di analytics inseriti sui siti, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti.

Per tutte le altre tipologie di cookie il consenso può essere espresso dall’utente con una o più di una delle seguenti modalità:

Mediante specifiche configurazioni del browser utilizzato o dei relativi programmi informatici utilizzati per navigare le pagine che compongono il Sito.
Mediante modifica delle impostazioni nell’uso dei servizi di terze parti
Entrambe queste soluzioni potrebbero impedire all’utente di utilizzare o visualizzare parti del sito.