Martedì, 14 Ottobre 2014 10:26

La Falange Oplitica - Roberto Andaloro

La falange è un'antica formazione di combattimento composta da fanteria pesante i cui soldati sono armati di lance o picche, scudi e spada.

Tipica del mondo greco ed ellenistico, venne adottata anche da altri popoli che ne modificarono le caratteristiche e le funzioni fino all'epoca risorgimentale.

Le truppe venivano addestrate per avanzare in formazione allineata, creando un'impenetrabile foresta frontale di lance, difesa da un muro di scudi che coprivano le parti più vulnerabili del corpo. Lo scudo veniva chiamato hoplon, e il singolo guerriero venne denominato per questo oplita.

Lo scontro fra falangi oplitiche era in pratica essenzialmente uno scontro d'attrito e pressione. Le due schiere opposte di opliti facevano affidamento sulla propria forza di spinta, facendo perno sui loro larghi scudi (i quali contemporaneamente proteggevano il corpo da spade o lance) e soprattutto sulla compattezza della formazione. Era necessario che i soldati rimanessero coesi formando un muro di scudi, altrimenti un punto vulnerabile avrebbe potuto mettere a repentaglio l'intero gruppo.

Il nemico che affrontava la falange era costretto a far i conti contro le lance puntate, rischiando di finire impalato, o contro la solidità del muro di scudi, che poteva così avanzare e schiacciarlo.

Lo studio e la sperimentazione pratica nel CAT Program e nel Ninjutsu mi hanno portato a prendere in considerazione e rivalutare il valore di questa antica metodologia di battaglia e trasferirla al moderno combattimento individuale.

In una aggressione reale improvvisa infatti, l’impeto e la raffica di colpi non permettono alla vittima di organizzare una difesa formale e tecnicamente “pulita”, come molti insegnanti di arti marziali fanno credere ai loro allievi. Il più delle volte non c’è tempo per schivare o intercettare proprio perché l’aggressore non avvisa MAI la sua preda prima di braccarla.Dato che noi non siamo artisti da circo o da palcoscenico, ma ci occupiamo di “scienza del combattimento reale” abbiamo sperimentato le migliori strategie per affrontare e gestire questo tipo di aggressioni.

Una delle strategie utilizzate, proprio perché si è rivelata funzionale, è mutuata proprio dall’antica falange oplitica.

Come potete vedere nella foto a sinistra, di fronte ad una aggressione improvvisa la nostra risposta tattica è quella di chiudere le nostre parti vulnerabili (asse mascellare/mandibolare/nasale) con lo scudo (rappresentato dal braccio avanzato),

esercitare pressione e attrito sul nostro nemico (foto a destra),

e infilzarlo con la lancia

(costituita dai nostri colpi con il braccio arretrato – foto in basso a sinistra).

Tutto questo in una dinamica continua di scambio di scudo e lancia in base all’avanzamento che eserciteremo durante lo scontro.

Attenzione!!! Non esagerate con la pressione altrimenti potreste finire per sbilanciarvi in avanti.

Ovviamente questa non è una tecnica speciale e invincibile, è solo una tattica di gestione utilizzabile in una situazione reale nella quale siete aggrediti da un individuo più forte e robusto.

 

ATTENZIONE: STIAMO PARLANDO DI UNA VERA AGGRESSIONE, CON RAFFICHE VIOLENTE DI COLPI DISORDINATI E NON ORTODOSSI! NON PARLIAMO DI ATTACCHI TECNICI E LINEARI DA PALESTRA TIRATI SINGOLARMENTE E CONTROLLATI PER I QUALI SAREBBE SUFFICIENTE UNA QUALSIASI DIFESA ORTODOSSA PROPOSTA DALLE ARTI MARZIALI TRADIZIONALI!

Questa tattica richiede allenamento con i giusti metodi e con un insegnante qualificato nel Gutter Fighting!

Ovviamente bisogna prendere in considerazione altre variabili fondamentali:

- Posso utilizzare questa strategia se l’avversario è armato?

- Posso utilizzarla se ho davanti più aggressori?

- Posso utilizzarla se l’attacco arriva da più angolazioni?

 

Questa ed altre variabili verranno affrontate nel corso delle lezioni all’ ASD Budokan!

 

Buon Allenamento!

Pubblicato in News

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa estesa sull’utilizzo dei cookie

Uso dei cookie

Il sito "Cat Program" utilizza i Cookie per rendere i servizi semplici ed efficienti per l’utenza che visiona le pagine di navigazione.
Gli utenti che visionano i nostri siti, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’utente.
Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.
Analizzandoli in maniera particolareggiata i nostri cookie permettono di: memorizzare le preferenze inserite, evitare di reinserire le stesse informazioni più volte durante la visita quali ad esempio nome utente e password, analizzare l’utilizzo dei servizi e dei contenuti forniti dai Siti per ottimizzarne l’esperienza di navigazione e i servizi offerti.

Tipologie di Cookie utilizzati sul sito di Cat Program

Ecco i tipi di cookie utilizzati nel Sito Cat Program.

Cookie Tecnici
Questa tipologia di cookie permette il corretto funzionamento di alcune sezioni del Sito. Sono di due categorie, persistenti e di sessione, persistenti: una volta chiuso il browser non vengono distrutti ma rimangono fino ad una data di scadenza preimpostata;
di sessione: vengono distrutti ogni volta che il browser viene chiuso.
Questi cookie, inviati sempre dal dominio del sito di navigazione, sono necessari a visualizzare correttamente il sito e in relazione ai servizi tecnici offerti, verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l’utenza non modifichi le impostazioni nel proprio browser (inficiando così la visualizzazione delle pagine del sito).

Cookie analitici
I cookie in questa categoria vengono utilizzati per collezionare informazioni sull’uso del sito. Useremo queste informazioni in merito ad analisi statistiche anonime al fine di migliorare l’utilizzo del sito e per rendere i contenuti più interessanti e attinenti ai desideri dell’utenza. Questa tipologia di cookie raccoglie dati in forma anonima sull’attività dell’utenza e su come è arrivata sul sito. I cookie analitici sono inviati dal sito stesso o da domini di terze parti.

Cookie di analisi di servizi di terze parti
Questi cookie sono utilizzati al fine di raccogliere informazioni sull’uso del sito da parte degli utenti in forma anonima quali: pagine visitate, tempo di permanenza, origini del traffico di provenienza, provenienza geografica, età, genere e interessi ai fini di campagne di marketing. Questi cookie sono inviati da domini di terze parti esterni ai nostri siti.

Cookie per integrare prodotti e funzioni di software di terze parti
Questa tipologia di cookie integra funzionalità sviluppate da terzi all’interno delle pagine del sito come le icone e le preferenze espresse nei social network al fine di condivisione dei contenuti del sito o per l’uso di servizi software di terze parti (come i software per generare le mappe e ulteriori software che offrono servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del sito.

Cookie di profilazione
Sono cookie necessari a creare profili utenti al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente all’interno delle pagine del sito.

Secondo la normativa vigente, Cat Program non è tenuta a chiedere consenso per i cookie tecnici e di analytics inseriti sui siti, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti.

Per tutte le altre tipologie di cookie il consenso può essere espresso dall’utente con una o più di una delle seguenti modalità:

Mediante specifiche configurazioni del browser utilizzato o dei relativi programmi informatici utilizzati per navigare le pagine che compongono il Sito.
Mediante modifica delle impostazioni nell’uso dei servizi di terze parti
Entrambe queste soluzioni potrebbero impedire all’utente di utilizzare o visualizzare parti del sito.